Ludovica Torello di Guastalla, una donna con una visione moderna

Moglie a soli 13 anni

Ludovica Torello, che diede vita alla Fondazione Collegio della Guastalla, nacque il 26 settembre 1499 a Guastalla, primogenita del Conte Achille e di Veronica Pallavicini. Suo fratello Francesco, più giovane di lei di due anni, mancò in giovane età, lasciando Ludovica come l’unica erede del patrimonio di famiglia.

Si sposò a soli tredici anni, nel 1512, con Ludovico Stanghi, verso cui nutrì, nonostante la sua giovane età, un amore autentico e fedele. Da questo matrimonio nacque un figlio maschio. Purtroppo i destini dei due sposi si rivelarono ben presto drammatici: dopo la nascita del figlio, il Conte si ammalò di gotta e morì il 26 settembre 1524. Il comportamento di Ludovica fu esemplare: curò amorevolmente il marito durante tutta la sua malattia. Nel 1522 Ludovica venne colpita da un nuovo lutto: la tragica morte del padre e subito dopo, nel 1523, la morte della madre.

La Contessa rimase quindi sola al mondo e, forse per la prima volta in vita sua, provò un senso di profondo smarrimento, soprattutto in vista delle complicate vicende familiari con i parenti che pretendevano il controllo della Contea di Guastalla. Fu proprio a causa di questi contrasti con i parenti che Ludovica prese una decisione, di cui in seguito si pentì: il secondo matrimonio con il Conte Antonio Martinengo di Brescia. (continua..)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *