Chi Siamo

Certamente l’evoluzione dei tempi ha influito sull’operare quotidiano della Fondazione Collegio della Guastalla, ma lo spirito di profonda carità cristiana della Fondatrice è rimasto intatto così come : – l’attenzioneagli insegnamenti  sociali della Chiesa– l’attenzione verso le nuove povertà e l’emarginazione giovanile   – l’educazione dei giovani.

Certo, l’emergenza caritativa non è più quella dei tempi dell’inizio dell’Opera, ma il recupero dei tossicodipendenti e l’aiuto ai giovani handicappati sarebbero certamente stati al centro e all’attenzione di Ludovica Torello.

Per questo motivo la Fondazione Collegio della Guastalla ha alcuni scopi che sono ben riassunti dallo Statuto sociale che al suo art. 3 così li declina :

”La fondazione non ha scopo di lucro e persegue esclusivamente finalità di solidarietà sociale nei settori dell’assistenza sociale e sociosanitaria, nella beneficenza, dell’istruzione e della formazione.

L’attività consiste:Nell’allestimento e nell’erogazione, a titolo di beneficenza, di strutture, mezzi e servizi a favore di soggetti operanti senza scopo di lucro e che, in base anche ad apposite convenzioni, organizzino ed eroghino servizi assistenziali, d’istruzione, di formazione, educazione, verso persone in età giovanile svantaggiate in ragione di condizioni fisiche, psichiche, economiche, sociali o familiari, bisognose di aiuto per il loro recupero umano, morale e per l’insegnamento nella società e nel mondo del lavoro.Le precipitate attività devono essere ispirate ai principi morali della religione cattolico-romana come indicati dalla Fondatrice Nobile donna Ludovica Torelli di Guastalla.La fondazione non potrà compiere attività diverse da quelle istituzionali suddette, ad accezione delle attività direttamente connesse e nel rispetto delle condizioni e dei limiti di cui all’art. 10- 5° comma del D.Lgs 4-12-1997 n.460.”